dolore_fig1_300x289

 

Che cos’è il morbo di Crohn?

Il morbo di Crohn è una malattia infiammatoria intestinale cronica (IBD – Inflammatory Bowel Disease) che colpisce qualsiasi parte del tratto gastrointestinale, dal cavo orale all’ano; la parte più frequentemente colpita è l’ileo, parte terminale dell’intestino tenue. Il termine di malattia infiammatoria intestinale è generico ed indica le malattie che causano infiammazione e irritazione dell’intestino. La malattia di Crohn viene anche chiamata ileite o enterite.

Il tratto gastro-intestinale

Nella malattia di Crohn l’infiammazione si estende in profondità nella parete del tratto gastro-intestinale interessato e l’edema può causare dolore e provocare frequenti svuotamenti dell’intestino con diarrea. L’infiammazione cronica o di lunga durata può produrre tessuto cicatriziale e stenosi (restringimento) del calibro intestinale con rallentamento del transito del cibo attraverso l’intestino, causando dolore o crampi.

Il Crohn può essere difficile da diagnosticare perché i suoi sintomi sono simili ad altri disturbi intestinali, come la colite ulcerosa, la sindrome dell’intestino irritabile e altre malattie infiammatorie dell’intestino. Ad esempio, sia la colite ulcerosa che il morbo di Crohn causano dolori addominali e diarrea.

Chi viene colpito dal morbo di Crohn?

La malattia di Crohn colpisce uomini e donne allo stesso modo e sembra ricorrere in alcune famiglie. I malati di Crohn possono avere un parente, più spesso un fratello o una sorella, con una qualche forma di IBD (Irritable Bowel Disease). Il Crohn si verifica in persone di tutte le età, ma più comunemente inizia nell’età compresa tra 13 e 30. I fumatori hanno più probabilità rispetto ai non fumatori di sviluppare la malattia di Crohn. Persone di origine ebraica hanno un rischio aumentato di sviluppare la malattia, mentre gli afro-americani hanno un rischio diminuito.

Quali sono le complicanze della malattia di Crohn ?

La complicanza più comune della malattia di Crohn è un blocco intestinale causato da un ispessimento della parete intestinale a causa di edema e tessuto cicatriziale. Il Crohn può anche causare ulcere che si fanno strada attraverso la zona interessata nei tessuti circostanti. I tunnel, chiamati fistole, sono una complicazione comune, soprattutto nelle zone intorno all’ano e retto e spesso si infettano. La maggior parte delle fistole possono essere trattate con farmaci, ma alcune possono richiedere un intervento chirurgico. Oltre a fistole, piccoli strappi chiamati ragadi possono svilupparsi nel rivestimento della membrana mucosa dell’ano. Il medico può prescrivere una crema topica e può suggerire di immergere la zona colpita in acqua calda.

Alcune complicanze della malattia di Crohn si verificano perché la zona malata dell’intestino non assorbe efficacemente nutrienti, causando carenze di proteine​, calorie e vitamine.

I malati di Crohn sono spesso anemici, a causa dalla malattia stessa o da carenza di ferro e possono sentirsi stanchi. I bambini con m. di Crohn possono non riuscire a crescere normalmente e possono avere altezza ridotta per la loro età.

Le persone con m. di Crohn, soprattutto se sono state trattate con farmaci steroidei, possono manifestare una debolezza delle loro ossa: osteoporosi o osteomalacia.

Alcuni malati di Crohn possono avere la “sindrome delle gambe senza riposo”, sindrome di estremo disagio alle gambe che una persona avverte in posizione seduta o sdraiata. Alcuni di questi problemi scompaiono durante il trattamento per la malattia di Crohn, ma altri vanno trattati separatamente.

Altre complicazioni includono l’artrite, problemi di pelle, infiammazioni agli occhi o alla bocca, calcoli renali, calcoli biliari, o malattie legate alla funzionalità del fegato.

Il fumo peggiora la malattia di Crohn?

Studi hanno dimostrato che i malati di Crohn che fumano possono avere sintomi più gravi e un aumento delle complicanze della malattia, con la necessità di dosi elevate di steroidi e di altri farmaci. Inoltre hanno anche maggiori probabilità di avere bisogno della chirurgia. Smettere di fumare può migliorare notevolmente il corso della malattia di Crohn e contribuire a ridurre il rischio di complicazioni e riacutizzazioni.

Lo stress può peggiorare il morbo di Crohn?

Non ci sono prove che lo stress provochi la malattia di Crohn, a volte tuttavia i malati provano uno stress maggiore proprio perché convivono con una malattia cronica. Alcune persone hanno riacutizzazioni quando si verifica un evento o una situazione stressante. Per coloro che avvertono una relazione tra livello di stress e peggioramento dei sintomi l’uso di tecniche di rilassamento, come la respirazione lenta, e il prestare particolare attenzione a nutrirsi bene e dormire a sufficienza possono aiutare a sentirsi meglio. Un consulente o un gruppo di sostegno può contribuire a ridurre lo stress.

È sicura la gravidanza per le donne con malattia di Crohn?

Le donne con malattia di Crohn possono restare gravide e avere un bambino. E’ utile parlare con il loro medico di fiducia prima della gravidanza. La maggior parte dei bambini nati da donne con malattia di Crohn non sono affetti dalla malattia.

Punti da ricordare

• La malattia di Crohn è una malattia che provoca infiammazione, edema e irritazione di qualsiasi parte del tratto digerente gastrointestinale (GI).

• Il m. di Crohn colpisce uomini e donne allo stesso modo e sembra ricorrere in alcune famiglie.

• La causa della malattia di Crohn è sconosciuta, ma i ricercatori ritengono che sia il risultato di una reazione anomala del sistema immunitario.

• I sintomi più comuni della malattia di Crohn sono dolori addominali e diarrea.

• Il medico può diagnosticare la malattia di Crohn eseguendo un esame fisico, esami del sangue e delle feci, test di imaging come la TAC, radiografie del tratto gastrointestinale superiore e inferiore, la sigmoidoscopia flessibile e la colonscopia.

• La complicanza più comune della malattia di Crohn è un blocco intestinale causato da un ispessimento della parete intestinale a causa di edema e tessuto cicatriziale.

• I medici trattano la malattia di Crohn con i farmaci, la chirurgia, la supplementazione nutrizionale o una combinazione di queste opzioni.

• Nessuna dieta speciale si è dimostrata efficace per prevenire o trattare la malattia di Crohn, ma è importante che le persone che hanno il m. di Crohn seguano una dieta nutriente ed evitino tutti gli alimenti che sembrino peggiorare i sintomi.

• Alcune persone con la malattia di Crohn riferiscono riacutizzazioni in caso di un evento o situazione stressante.

• Le donne con malattia di Crohn possono avere bambini, ma devono parlare con il loro medico di fiducia prima di rimanere gravide.

Fonte: U.S. Department of Health and Human Services – National Digestive Diseases Information Clearinghouse (NDDIC) – Ultimo aggiornamento Luglio 2013

Morbo di Crohn
Morbo di Crohn: cause
Morbo di Crohn: sintomi
Morbo di Crohn: diagnosi
Morbo di Crohn: terapia

  • Come faccio a capire l'origine e la natura del dolore?

    • Caratteristiche del dolore cronico

      Caratteristiche del DPC sono legate al sito di origine, alla sovraregolazione del segnale nervoso, alla disfunzione miofasciale, all’irritazione dei nervi, all’azione del cervello.

    • Come si fa la diagnosi di dolore pelvico cronico?

      La descrizione dettagliata e precisa del dolore e la visita medica permettono al medico di determinare i test e le procedure di laboratorio necessari per trovare le cause del dolore.

  • La valutazione accurata dei sintomi è essenziale per la diagnosi

Quando consultare il medico: 
in caso di dolore cronico, può essere difficile sapere quando si deve andare dal medico. In generale, bisogna fissare un appuntamento con il medico se il dolore pelvico sconvolge la vita di ogni giorno, o se i sintomi sembrano peggiorare.